Domande e risposte con G.I. Joe Legend, Larry Hama

La parola leggenda può essere definita in alcuni modi:

Una storia che scende dal passato.

Un corpo di tali storie.

Una persona o una cosa che ispira leggende.

Il nostro ospite oggi comprende tutte e tre queste definizioni, sia attraverso il suo lavoro che come persona. Uno dei padri del G.I. Joe: Una vera linea di figura d'azione per eroe americane, Larry Hama era lì all'inizio. Ha creato gli sfondi per le prime ondate di G.I. Joe figura, e nel corso degli anni è stato responsabile di raccontare le storie che sono cadute fuori da ciò che abbiamo visto in televisione. Mentre quei primi cartoni animati si sono conclusi molto tempo fa, Larry ha continuato a modellare il dramma di G.I. Joe per tutti gli anni da allora. È la sua voce che leggiamo sulle pagine dei fumetti Marvel e IDW, e su così tante schede di file che sono venute sul retro dei pacchetti giocattoli. Un'altra persona è mai stata in grado di intrecciare una storia a lungo e dettagliata come quella di G.I. Joe, con così tanti personaggi da dirigere, e così tante trame di cui tenere traccia? Non credo. Con il lancio del nuovissimo G.I. Joe: serie classificata, una linea che rende omaggio ai personaggi che Larry ha contribuito a forma, volevamo fare il check-in con questo maestro narratore per vedere cosa pensa ora che i suoi bambini da 3 pollici sono tutti cresciuti.

 

D: Larry, hai più esperienza con il G.I. Joe Brand di chiunque altro che lavori attivamente nel mondo. Qual è stata la tua prima impressione nel vedere le nuove figure della serie classificata?

UN: Pensavo che le figure stesse fossero state fatte molto bene. I dettagli facciali, le espressioni, ecc. Sono migliorati notevolmente dagli anni '80.

 

D: G.I. Joe è un marchio che si è costantemente evoluto nel tempo per rimanere aggiornato e pertinente con il suo pubblico. Puoi parlarci di questi cambiamenti dalla tua prospettiva?

UN: La maggior parte dei cambiamenti sono stati cosmetici. Sì, sono importanti per mantenere visivamente il marchio rilevante. Ma, personalmente, ritengo che uno dei fattori che contribuiscono alla popolarità sia stata la coerenza delle caratterizzazioni.

 

D: Quando si è trattato di sviluppare le varie personalità degli eroi e dei cattivi del marchio, da dove viene la tua ispirazione?

UN: La maggior parte dei personaggi si basa su persone che conosco o su attori o personalità con un'ampia copertura mediatica. È così che tengo traccia delle personalità. Stiamo parlando di tratti di personalità qui e non di quello che hanno effettivamente fatto. Wild Bill è basato su un amico dell'esercito che in realtà era di Brady, TX, ma era a Jag invece di essere un pilota di ala rotante. Quando scrivo il dialogo Commander Cobra, sento Orson Welles nella mia testa. Per me, la voce di Destro è Sean Connery.

 

D: Con un corpo di lavoro vasto come il tuo, deve essere difficile ricordare ogni G.I. Joe Story che tu abbia mai scritto. Il rovescio della medaglia, ci devono essere alcuni che si distinguono sopra gli altri. C'è una storia specifica che significa di più per te?

UN: #21, Silent Interlude e #26 The Origin of Snake-Eyes, sono i miei primi due preferiti, seguiti da #34 "Shakedown" e dalla battaglia dell'Arco dell'isola di Cobra.

 

D: Sappiamo che è un po 'come chiedere a qualcuno di scegliere quale bambino piace di più, ma delle figure di serie classificate che sono state presentate in anteprima finora, hai un preferito?

UN: Adoro i nuovi occhi di serpente, Scarlett, Destro e Storm Shadow equamente.

 

D: Nel corso della tua carriera sei stato attore, artista, scrittore, editore e altro ancora. Di tutti i tuoi sforzi creativi, il che ti porta la massima soddisfazione?

UN: Giocare a blues.

 

Cerca il lavoro di Larry nelle pagine dei fumetti IDW, mentre continua a dire le avventure in corso di G.I. Joe!